BIOGRAFIA

Daniele Monterosi è un attore italiano.

Diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia – scuola nazionale di Cinematografia – lavora in produzioni cinematografiche, teatrali e televisive, in progetti nazionali e internazionali collaborando tra gli altri con registi come Michele Placido, Paolo Genovese, Marco Pontecorvo, Luca Manfredi, Claudio Cupellini, Francesco Vicario, Luca Verdone, Ivan Cotroneo, Tonino Zangardi, Piero Maccarinelli, Giancarlo Sepe, Malcolm Mackay, Robert Dornhelm, Jeoffrey Barish.

Come regista porta in scene spettacoli legati alla drammaturgia contemporanea. Come sceneggiatore con “Natale in casa Mizzelthoff” vince il premio “Michele Mazzella” dedicato alla drammaturgia per i giovani.

Come acting trainer ha creato una Sistema di Training unico e innovativo che lo porta a tenere Masterclass in Italia e all’estero. Ha collaborato tra gli altri con il teatro Brancaccio di Roma, Accademia Nomos, Castrocaro Festival, Solarolo Festival, Controcorrente Festival e diverse compagnie teatrali in Italia.

Nel 2014 è sua l’idea e la creazione di ESTAD – Training per Attori di nuova Generazione: una palestra dedicata all’allenamento di attori professionisti di cinema, teatro e tv. E’ sua l’idea e la conduzione di  “The Experiment”: un’idea di workshop rivolto ad attori professionisti per la creazione e la messa in scena di nuove opere teatrali contemporanee. (Peltuinum Theater Fest 2016 e 2017).

Seguimi su Instagram
  • Buongiorno mondo! 🌞✌️😎 Continua il mio ritiro dal mondo in località misteriosa e continua questo mio viaggio alla scoperta di me stesso.

E ho scelto fin qui di raccontare questo viaggio  attraverso foto di me e degli 'effetti' che questo ritiro fa al mio viso.

Perché credo sia il modo più semplice ed efficace di raccontarlo.

Ammetto che ho scelto un modo poco 'spettacolare'... Ma è intimo, e vero e mi richiede coraggio.

Quindi sii gentile, se puoi ✌️😄 Oggi è il mio 10 giorno di ritiro e ho deciso di regalarmi questo scatto.

Molto spesso nella vita di tutti i giorni mi capita di sentirmi dire: va be' sei un attore, reciti, chissà chi sei veramente.

Ed effettivamente è vero.

Non è tanto facile capire chi sei quando per lavoro puoi e devi essere tante cose. Tanti ruoli.

Ma non credo che questo riguardi solo gli attori.

Tutti in fondo recitiamo.

Lo diceva anche Marlon Brando: recitare è un meccanismo di sopravvivenza. È un lubrificante sociale.

Tutti noi quindi recitiamo più ruoli,  ogni giorno: il ruolo del padre o del figlio, della madre e della figlia. Il ruolo del vicino di casa, del cittadino, dell'amico e della amante, dell insegnante e dell allievo... Per questo oggi mi regalo questo scatto.

Perché aldilà di tutte le maschere che la vita ci spinge ad indossare  c'è un volto, senza maschere.

Il fatto è che in effetti non è per niente facile andarlo a trovare.. 😅

Questo scatto rappresenta ciò che ho trovato più vicino al mio 'vero volto'

Che te ne pare? 😁

E niente... mi andava di condividerlo con voi.

Perché mi sto accorgendo che non mi basta trovarlo. Ma ho bisogno anche di trovare modi per portarlo nella vita 'di tutti i giorni'

E questo è uno modo.

Grazie a chi mi sta seguendo in questo viaggio, folle e avventuroso e strano e fuori dagli schemi. 
I vostri messaggi il vostro sostegno, i vostri feedback mi danno la carica per proseguire questo viaggio affascinante fatto di grandi alti e grandi bassi, perché così è la vita.

Ora torno a 'lavorare'

A tutti voi un grande abbraccio e l augurio di poter trovare oggi anche solo un minuto per lasciar andare tutte le maschere.

Occhio che dà un grande senso di sollievo 😉🌈❤️
  • Buon pomeriggio mondo, come vanno le cose?

Qui Giorno 9 del ritiro e sono ancora vivo. 
C'è un posto molto ambito qui: il letto sospeso tra gli alberi.

E oggi in una pausa l'ho fatto mio

Amo ciò che è selvaggio non meno di ciò che è buono.
(Henry David Thoreau)
  • Uno scatto dal mio Sesto giorno di ritiro.

Tranquillizzo tutti: non mi sono ancora illuminato!

Ma, come si nota anche dall espressione, mi manca tanto così 👌
.
.
'A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere.' (Carl Gustav Jung)
  • E così in questi giorni mi fermo, respiro.

Più volte al giorno.

Qui è più facile. 
E ogni volta che lo faccio ritrovo un sorriso che pensavo smarrito.

Forse è proprio per questo che non smetto di cercare quella cosa preziosa che è Essere me stesso!
.
. 'In una società migliore, formata da persone più comprensive, nessuno vorrà cambiarti. Tutti ti aiuteranno ad essere te stesso perché essere te stesso è la cosa più preziosa al mondo.' Osho
  • E come ogni estate giunge il momento della ricarica.

Ho passato gli ultimi mesi lavorando su mille progetti e ora mi sono ritagliato un momento solo per me.

Mi aspettano settimane immerse nella natura lavorando, studiando, scrivendo e meditando.

Per me è proprio una necessità.

Ed è difficile da spiegare a chi questa necessità non la sente.

Per questo stavolta proverò a raccontare qualcosa di questi miei ritiri in posti misteriosi.

Cercando sempre di trovare un equilibrio tra il ritiro e il mondo 'reale'
.
.
"La vita è tutta una questione di equilibrio. Non sempre è necessario fare qualcosa. A volte è assolutamente necessario spegnere tutto, rilassarsi e non fare nulla." Dalai Lama
(grazie a @Advaitmassimo per la segnalazione 😉)
  • "Ma tu guarda ...."
Completa la frase ✌️😄 Ph. @fralamarino